MINDFULNESS A SCUOLA: LA CONCLUSIONE DEL PROGETTO!

Eccoci giunti all’ultimo aggiornamento sul progetto “Momento x Momento = Momento2!

Copertina

Dopo esserci lasciati l’ultima volta con una breve descrizione degli obbiettivi e degli insegnamenti perseguiti durante il meraviglioso viaggio di cui la classe 4° A dell’Istituto San Giuseppe è stata protagonista, eccoci giunti al gran finale! Per i distratti o per chi si trova per la prima volta a conoscere l’iniziativa, Momento x Momento = Momento2 è un progetto finalizzato all’applicazione delle strategie di mindfulness a scuola, nato e cresciuto all’Istituto San Giuseppe di Milano, dove il personale scolastico ha scelto di provare ad andare oltre i classici obbiettivi didattici, e proporre all’interno del curriculum scolastico un’attività che ponesse l’attenzione sul sé e sulla mente: pensieri, emozioni, impulsi ad agire, autocontrollo, comprensione dell’altro.

Non è facile immaginarsi e preparare la degna conclusione di un progetto complesso e ambizioso come quello a cui hanno partecipato i nostri 27 piccoli marinai ed il loro insegnante. Le esperienze e le abilità apprese e allenate sono state molte, e hanno formato un ricco bagaglio di conoscenze, competenze e anche desideri su come mettere in pratica quanto imparato. Come fare in modo che questa esperienza non rimanga solo un bel ricordo passato, conservato nel cassetto della memoria? Come aiutare il nostro gruppo a comprendere l’utilità degli insegnamenti di Qui e Ora nella vita di tutti i giorni?

I marinai e l’equipaggio hanno letteralmente “impacchettato” tutto il percorso fatto in una valigia, che ha segnato da una parte la conclusione degli 8 incontri a scuola, ma dall’altra…la partenza per un altro viaggio! Il viaggio verso un nuovo modo di vedere il mondo e ciò che accade dentro e fuori di noi, prestando attenzione momento per momento, senza smettere di allenarci ad essere dei buoni capitani.

E poiché l’esperienza favorisce e consolida l’apprendimento… l’equipaggio e i nostri 27 marinai ci sono andati davvero, in viaggio. Sono scesi dalla barca e partiti per i 4 giorni di uscita – già prevista dal programma scolastico- che, generalmente pianificata in risposta alle richieste didattiche, quest’anno è stata organizzata in linea con il progetto Momento x Momento. A cominciare dalla scelta del luogo: il mare, ambiente prediletto da dei capitani che si rispettino! La gita è dunque diventata un’occasione in cui i bambini hanno potuto sperimentare come poter mettere in pratica gli insegnamenti di Qui e Ora nella vita quotidiana.

Nel corso dei quattro giorni, ogni momento della giornata conteneva un richiamo ai concetti e alle abilità apprese nel corso dell’anno: il risveglio, il riordino delle proprie cose e la gestione delle stanze, i pasti, le attività, il momento della buonanotte e…perché no, anche i momenti liberi e di gioco!

Il nostro gruppo ha potuto sperimentare che persino le azioni più comuni, routinarie e a volte noiose o faticose – come aiutare ad apparecchiare la tavola, mangiare, andare a dormire, riordinare la propria stanza, discutere con un amico – possano essere vissute con l’interesse di un attento osservatore e la curiosità di chi le compie per la prima volta. Non solo, ma allenarsi a vivere ogni momento con piena consapevolezza ci può aiutare ad accorgerci quando gli impulsi e le emozioni ci giocano dei brutti scherzi e assumono il comando, quando è il momento di riprendere in mano il timone, magari mettendosi nei panni dell’altro e ritrovando la tranquillità e la concentrazione.

Ecco la giornata-tipo dei nostri viaggiatori!

Foto 1_Giornata

Le attività, sia individuali che di gruppo, sono state molte…

Foto 2_Attivita_

e il tempo libero è stato trascorso non solo giocando, ma scoprendo che alcuni momenti possono essere significativi ed interessanti anche se non si ha qualcosa di “particolare” da fare, anche stando un po’ in solitudine e in silenzio…

Foto 3_momenti liberi

Per terminare, abbiamo chiesto ai nostri viaggiatori di dirci cosa ha significato per loro aver partecipato al progetto Momento x Momento.

Ecco alcune riflessioni che i bambini hanno prodotto:

“Momento al quadrato per me è stato…..

come un foglio bianco, per imparare creare e scoprire nuove cose

unesperienza fantastica, la ripeterei 100 volte uguale identica! Dico a tutti quanti che ci si diverte un sacco!

come una guida per diventare grandi, perché io sto diventando grande e ho scoperto che diventare grandi è bello ma anche difficile, e con laiuto dei membri di questo equipaggio ci sto riuscendo

unimportante lezione per tutti

unesperienza bella ma anche un pofaticosa, mi ha insegnato che anche le cose brutte hanno un lato positivo e che bisogna vivere le cose con calma

bello  interessante, grazie a Qui e Ora sono riuscita ad imparare molto, ad esempio come trovare il bello nelle cose.

un progetto che mi ha dato lopportunità di conoscermi fino in fondo, di vivere al massimo tutte le mie emozioni e di non farmi comandare dalla rabbia. Durante questa gita abbiamo avuto lopportunità di mettere in pratica tutto quello che abbiamo imparato ed è stata unesperienza indimenticabile.

unemozione, un viaggio cominciato a Milano e finito a Rapallo, un sacco di divertimento conoscendo due nuovi amici, Qui ed Ora.

bello e divertente, e mi ha insegnato a stare più attento nelle cose che faccio.

molto didattico e divertente. Didattico perché abbiamo imparato un sacco di cose, divertente perché ci sono stati degli esercizi molto belli. La boa che mi sono ricordato di più è quella delle emozioni in cui abbiamo fatto la gioia, la tristezza, la paura e la rabbia.

bello e divertente, i simboli che mi hanno insegnato di più a crescere sono stati essere un buon capitano, lattento osservatore e il guardare le cose con la curiosità dellalieno.

mi ha fatto imparare a mettermi nei panni dei miei compagni, non far fuggire lattenzione e trovare il bello anche nelle cose più banali.

unesperienza impegnativa ma anche divertente e mi ha aiutato molto.

ci ha insegnato molte cose, ad esempio a tranquillizzarci quando ci agitiamo un po, a rispettare le regole, non farci comandare dalla rabbia ed è stato molto divertente.

unesperienza bellissima che può capitare solo una volta in tutta la tua vita!

Insomma, una degna conclusione per un progetto complesso, articolato, che ha richiesto molto impegno da parte di ciascun partecipante, ma ci ha regalato tanti momenti di riflessione, crescita, gioia e autentica condivisione.

Un grande grazie ai bambini della 4° A!

Autore: Dott.ssa Matilde Taddei, Psicologa, Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale in formazione e Dottore di Ricerca in Psicopatologia dello Sviluppo

Con la collaborazione di: Dott.ssa Paola Pesenti Gritti, Dott.ssa Valeria Leonardi, insegnante Cristian Adobati

logoPsych-e è un gruppo di Psicologi e Psicoterapeuti che hanno pensato di unire le proprie professionalità sotto un unico nome al fine di offrire e promuovere un servizio di qualità che sappia rispondere alle diverse richieste dell’utenza.
Gli specialisti offrono consulenza clinica, valutazioni diagnostiche, percorsi terapeutici e di formazione finalizzati a modificare comportamenti che generano disagio e promuovere uno stile di vita più soddisfacente. Psych-e propone interventi basati sull’approccio Cognitivo-Comportamentale rivolti all’adulto, all’adolescente, al bambino e alla famiglia.

 

Si ringrazia per il supporto

Play-Dohm

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *