Olive all’ascolana buone due volte

Partiamo da una considerazione: i  riflettori si sono ormai spenti e  il terremoto del Centro Italia non fa più notizia.

Funziona così.. ormai lo sappiamo.. ma la situazione delle famiglie e degli imprenditori locali è ancora di estrema emergenza. Mi sono recata in quelle zone qualche settimana fa e vi posso assicurare che c’è ancora molto da fare.

Sono tante le realtà del terzo settore e le aziende che hanno deciso di contribuire attivamente alla ricostruzione, non solo delle case ma anche dei cuori. Oggi vi vorrei presentare un bellissimo progetto promosso da Fondazione Ronald MCDonad.

Guarda le interviste che ho realizzato settimana scorsa durante l’evento di lancio

IL CENTRO SPORTIVO DI ARQUATA DEL TRONTO

Grazie all’iniziativa di Mcdonald legata alla vendita delle olive all’ascolana, nel 2016 sono stati donati 470.000 € al comune di Arquata del Tronto per la riqualificazione di aree sportive e ricreative danneggiate dal sisma.

Le Olive all’Ascolana di SIA vengono prodotte presso il sito produttivo di Santa Maria Goretti a Offida (AP), preparate secondo tradizione tramite un’attenta selezione degli ingredienti. Si tratta di uno dei piatti tipici della provincia di Ascoli Piceno che trova le sue origini nel lontano ‘800 quando la ricetta fu elaborata dai cuochi di corte al servizio della nobiltà locale. Da allora la ricetta, diffusasi e apprezzata in tutta Italia e nel mondo, non ha mai subito sostanziali modifiche e vede come ingrediente principe olive verdi denocciolate ripiene di carne precedentemente cotta e insaporita con spezie a cui vengono aggiunti Grana padano e mortadella. Una volta pronte, le Olive all’Ascolana vengono impanate e fritte in olio bollente. Detto così sembra facile cucinarle, io ci ho provato ma con risultati decisamente poco soddisfacenti.

Questo è il bellissimo progetto in fase di realizzazione che visiterò settimana prossima.

E NEL 2018? SUPPORTIAMO INSIEME LE FAMILY ROOM E CASE RONALD

Dall’8 novembre al 3 gennaio, infatti, per ogni porzione di Olive all’Ascolana venduta, McDonald’s devolverà 1€ a Fondazione per l’Infanzia Ronald McDonald, che opera in collaborazione con centri pediatrici italiani di eccellenza per sostenere i bambini e le loro famiglie. Presente in Italia con 4 Case Ronald – una a Firenze, due a Roma e una a Brescia – e 2 Family Room all’interno degli ospedali di Alessandria e Bologna, la Fondazione opera per aiutare le famiglie a stare vicino ai propri bambini malati, dando ai genitori l’opportunità di trascorrere più tempo con il proprio figlio, interagire con il personale medico e partecipare alle decisioni importanti relative alle cure.

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *