Net cancer Day: andiamo a canestro!

Il 10 novembre, in tutto il mondo, si celebra il Net cancer Day, la giornata mondiale di sensibilizzazione per i tumori neuroendocrini.

Molto spesso mi capita di ripensare alla giornata appena trascorsa e cercare un momento che riesca a fotografare quello che mi è successo.

Se dovessi scegliere la “fotografia” di ieri sarebbe sicuramente questa.

gentile2E adesso vi spiego perchè.

Il cestista nella foto si chiama Alessandro Gentile e, come saprete sicuramente, è uno dei più forti giocatori dell’Olimpia EA7 Milano. Ieri sera la squadra milanese Campione d’Italia,  ha disputato una difficile partita contro ANADOLU EFES ISTANBUL.

Nella foto che vedete mancano esattamente 2 secondi alla fine del secondo quarto di gioco. I tifosi sugli spalti si stanno già muovendo in vista dell’intervallo. Alessandro chiede con forza la palla al compagno. Non ci pensa un secondo e, tra scetticismo e incredulità, tira da oltre metà campo. Canestro. Il Forum esplode di gioia. Gli occhi di Alessandro dicono tutto.

Perchè vi racconto questo? Perchè non bisogna arrendersi mai!

Perchè anche se sembra impossibile o, peggio ancora, intorno a noi sono convinti che sia impossibile, non bisogna mai smettere di credere che il canestro possa arrivare.

Mi rivolgo a te, che sono certa mi starai leggendo, perchè lo fai sempre…

A te che stai combattendo la partita più dura e che a volte sei talmente stanco che vorresti “chiedere il cambio”.

A te che mi scrivi quando hai paura…per te, per i tuoi figli e per i tuoi amici.

Non smettere mai di lottare!

Nel nostro piccolo, con il progetto solidale ZoomZebra, stiamo supportando le associazioni di pazienti che operano in molti ospedali italiani: Net Italy Onlus e A.I.NET Vivere la Speranza Onlus.

zoomzebracorsaIl progetto ZoomZebra è giunto ormai alla seconda edizione e, come vi scrivevo all’inizio di questo post, in occasione del Net Cancer Day, ha promosso due importanti eventi.

INCONTRO SINDACO SALA

Nella mattina di ieri, il Comitato Promotore del progetto, la Governance ed alcuni studenti del Liceo Sportivo dell’Istituto Leone XIII, i referenti delle Associazioni Pazienti e i ragazzi volontari, hanno incontrato il Sindaco Sala nella bellissima sala Orologio di Palazzo Marino.

net3Il Sindaco Sala ha dato il via ufficiale all’edizione ZoomZebra 2017 elogiandone l’idea e gli intenti.

ZOOMZEBRA SCENDE IN CAMPO AL FORUM DI ASSAGO

In questa giornata così importante non poteva mancare un evento sportivo di altissimo livello.

Grazie alla disponibilità di Olimpia EA7 Milano, prima della partita di Eurolega contro Anadolu Efes Instanbul, alcuni bambini sono scesi in campo con le magliette del Net Cancer Day.

net5Per tutta la fase di riscaldamento delle due squadre, i bambini sono stati a centro campo e lo Speaker della manifestazione ha presentato, agli oltre 10.000 spettatori presenti al Forum di Assago, il progetto ZoomZebra.

net1TUMORI NEUROENDOCRINI E ZOOMZEBRA

I tumori neuroendocrini sono un gruppo eterogeneo di tumori rari, con incidenza annuale di 4-5 nuovi casi ogni 100.000 abitanti.

Colpiscono le cellule del sistema neuroendocrino diffuso, specializzate nella produzione di ormoni e di neuropeptidi specifici, la cui iperproduzione può rendersi responsabile di sindromi cliniche caratteristiche.

Più spesso, tuttavia, i NET non si associano a sintomi evidenti e risultano perciò di difficile diagnosi; crescendo lentamente, possono infatti rimanere silenti per anni ed essere riscontrati quando già metastatici.

Devo aggiungere altro?

E’ stata un’importante giornata di sensibilizzazione ma il lavoro non finisce qui. Anzi! Abbiamo appena iniziato.

L’appuntamento è per il 20 maggio 2017, presso l’Arena Civica di Milano, per la corsa solidale di raccolta fondi.

L’anno scorso eravamo tanti…. quest’anno dobbiamo essere tantissimi:-)

CIAO PROFESSORE!

Autore: Marta Ferrari

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *