Finalmente un Master interdisciplinare sui diritti dell’infanzia

“Quando mi sono iscritta al master cercavo una nuova prospettiva, qualcosa che mi stimolasse, che cambiasse il mio modo di vedere l’ambito dei diritti umani e ho trovato in realtà, forse anche più di questo, un nuovo modo olistico di concepire il valore e le modalità di intervento nel mondo dei diritti umani, in particolare dell’infanzia e dell’adolescenza, in qualsiasi condizione, soprattutto in situazioni di emergenza e di particolare vulnerabilità.”

— Emilie, Consulente Learning Programme per l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura (FAO)
master

Finalmente, anche in Italia, arriva un Master interdisciplinare sui diritti dell’infanzia promosso da Università degli Studi Milano – Bicocca e dal Comitato Italiano per l’UNICEF.

Le iscrizioni chiudono venerdì 12 febbraio!

Il Master traduce questo pensiero in un percorso didattico incentrato sull’analisi dei principali strumenti nazionali e internazionali di tutela e promozione dei diritti. All’interno del percorso avrà un ruolo chiave lo studio approfondito della Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza (CRC); grazie alla presenza di docenti, operatori e professionisti del settore, i singoli articoli saranno letti e presentati come obiettivi strategici di tipo programmatico.

L’adozione, nel 1989, della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza (CRC) ha avuto un profondo impatto sui governi, le istituzioni e gli ordinamenti giuridici degli Stati che l’hanno ratificata. Sempre più spesso le decisioni politiche, amministrative e giuridiche vengono prese, direttamente o indirettamente, tenendo in considerazione i diritti enunciati nella Convenzione.

OBIETTIVI DIDATTICI

  • Fornire strumenti operativi di programmazione in ottica di diritti umani dell’infanzia e dell’adolescenza (Child Rights Programming).
  • Offrire una conoscenza specialistica sui temi dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, presentando gli argomenti da punti di vista e approcci differenti.
  • Perfezionare la consapevolezza del ruolo degli strumenti normativi nazionali e internazionali nell’accrescimento e monitoraggio dei diritti.
  • Promuovere lo sviluppo di un pensiero critico sull’effettiva applicazione dei principi contenuti nella CRC.

Per informazioni: www.midia.name

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *