Giornata Internazionale degli Chef: i bambini imparano a cucinare e mangiare sano

Quanti di voi sapevano che il 20 di ottobre, in tutto il mondo, si celebra la Giornata Internazionale degli Chef?

Io no:-) Ma grazie all’iniziativa “Chef per un giorno”, promossa da Nestlé Professional e l’Associazione Internazionale degli Chef, ho avuto il piacere di partecipare ad un evento riservato ai bambini.

World Chef Day 20.10.2015

Per questa nuova edizione, l’associazione Worldchefs ha scelto come tema centrale dell’evento “Healthy Kids – Healthy Future” che si è svolto in contemporanea in tutti paesi che hanno aderito al programma coinvolgendo più di 10 milioni di chef nel mondo.

All’interno di Expo 2015, presso Identità Expo, gli chef sono tornati ad essere bambini per un giorno e hanno messo le “mani in pasta” insieme ai piccoli per realizzare, divertendosi, ricette gustose e bilanciate.

Durante la bellissima mattinata ho avuto il piacere di intervistare il Dott. Giorgio Donegani, nutrizionista

Gnocchi di patate, cous cous, spiedini di frutta al cioccolato: dal primo al dessert un intero menù incentrato sui 7 colori della sana alimentazione che i piccoli, sotto la guida esperta di Andrea Ribaldone, Executive Chef di Identità Expo e degli chef di Nestlé Professional Marco Vinci e Carlo Baudille, hanno inventato, preparato e assaggiato insieme ai piccoli aiutanti.

World Chef Day 20.10.2015 5

Perché cucinare non deve essere solo un’attività degli adulti, ma una passione da condividere con i bambini in maniera divertente e giocosa che gli permetta di apprendere il valore del cibo e l’importanza di una sana alimentazione attraverso gli ingredienti che fanno già parte del loro mondo: la sorpresa, la scoperta, la manualità.

World Chef Day 20.10.2015 3

E’ fondamentale infatti che buone abitudini siano trasmesse fin dall’infanzia: è questo il punto di partenza per educare al gusto e alle buone scelte a tavola. A confermarlo anche i risultati di un studio del Nestlé Research Center secondo cui i bambini che aiutano i genitori nella preparazione dei pasti mangiano una quantità di verdure maggiore rispetto a quelli che non sono coinvolti: in particolare il 76% in più di insalata, bruciando il 25% di calorie in più rispetto agli altri. Dalla ricerca è emersa una correlazione tra il tempo totale dedicato a preparare il pasto e il tempo trascorso a mangiare, suggerendo che i bambini che passano il tempo in cucina trascorrono anche più tempo a tavola, divertendosi di più.

World Chef Day 20.10.2015 2

Un circolo virtuoso dunque, per tutta la famiglia, e non solo per l’alimentazione ma anche per il valore del tempo speso insieme.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *