Emergenza Profughi: cosa possiamo fare?

Di fronte a certe immagini… di fronte alla morte di bambini innocenti… di fronte a persone che percorrono migliaia di km in cerca di salvezza… non si può rimanere indifferenti.

Erano mesi che cercavo un progetto concreto  e serio da poter supportare e veicolare a chi ( e siete in tanti!) mi hanno chiesto: ma noi, cosa possiamo fare?

albero della vita

Ecco cosa possiamo fare! Possiamo supportare Progetto Arca e l’hub allestito per l’accoglienza dei migranti in transito a Milano.

Ho avuto il piacere di visitare lo spazio, messo a disposizione da Ferrovie dello Stato, e riqualificato in tempi record da Genio militare e  Protezione Civile,che il Comune di Milano ha dato in gestione a Progetto Arca per la gestione dei migranti in transito nel nostro Paese.

Grazie alla rete spontanea di associazioni che hanno dato il loro contributo, l’hub è attrezzato per offrire un’accoglienza organizzata e per rendere anche meno duri i tempi di attesa.
I bambini possono finalmente giocare in uno spazio tutto loro, curato dagli operatori di Fondazione L’Albero della Vita e di Save the Children.

Abbiamo Raccolto una bella testimonianza di Gehad, educatrice della Fondazione Albero della Vita

I genitori hanno la possibilità di mettersi in contatto con i familiari del loro Paese d’origine, attraverso postazioni PC collegate a Internet, donate da Informatici Senza Frontiere.

Kit di igiene personale, bottigliette d’acqua e un frasario multilingue per facilitare le comunicazioni di ogni giorno, sono distribuiti da Terre des hommes, che ha messo a disposizione anche un mediatore culturale.

Un ambulatorio con medici della Asl e di Medici senza Frontiere, dispensano le prime cure mediche.

Ascolta l’intervista a Omar, un giovane Operatore di Progetto Arca

Durante la visita abbiamo incrociato parecchi ragazzi molto giovani, provenienti dall’Eritrea e con una grande voglia di rivincita. Alex, operatore e mediatore culturale di Progetto Arca, ci ha raccontato alcune storie raccolte in questi mesi di lavoro a stretto contatto con i profughi.

Ma quindi… come possiamo aiutarli?

DONAZIONI

  • Il modo più veloce è effettuare una donazione on-line attraverso  server sicuro.
  • Naturalmente sono importanti anche le donazioni tradizionali: in questa pagina tutti riferimenti necessari.
  • Ci sono inoltre validi motivi per attivare una donazione regolare attraverso il servizio RID.

RACCOLTA INDUMENTI E ALIMENTI

Al momento sono richiesti:

Fondazione Progetto Arca, via Aldini 74: jeans, felpe magliette, tute, pigiami, intimo e giacche ma soprattutto scarpe da ginnastica  solo per uomini

City Angels, via Pollini 4: vestiario uomo, ciabatte uomo, scarpe uomo e coperte, asciugamani, shampoo, spazzolini, pettini, rasoi schiuma da barba;

Casa Suraya, Cooperativa Farsi Prossimo, via Padre Salerio 51; latte in polvere e omogeneizzati di frutta e verdura, biancheria intima, succhi di frutta e merendine, scarpe e ciabatte per donne, uomini e bambini; creme idratanti e materiale per igiene personale, detergenti e creme per bambini, zaini e zainetti. No vestiti.

Durante la festa di IAd BAmbini Ancora lanceremo una nuova raccolta per il centro di Via Aldini 74! Non mancate!

VOLONTARIATO

Hai qualche ora libera e vuoi  diventare volontario? CLICCA QUI

Autore: Marta Ferrari

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Una risposta a “Emergenza Profughi: cosa possiamo fare?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *