Giornata per le famiglie “…pronti, PRESENTI? Via!”

Domenica 21 settembre, per i bambini e i genitori della quarta A dell’Istituto San Giuseppe di Milano, è stata una giornata molto particolare.

mi piacerebbe

Si è infatti svolta, presso i bellissimi giardini del Convento dei Frati Cappuccini di Varese, la presentazione del progetto didattico sperimentale Momento x Momento = MOMENTO2

MOMENTO2 è un percorso didattico annuale che si pone l’ambizioso obiettivo di sviluppare una maggiore capacità di prestare “attenzione consapevole” a ciò che avviene attraverso l’introduzione della pratica della mindfulness nella scuola, al fine di aiutare i bambini a:

  • migliorare l’abilità di focalizzare l’attenzione e di mantenerla ignorando le distrazioni;
  • divenire più capaci di gestire stress e ansia e di rispondere in maniera funzionale alle emozioni difficili;
  • controllare meglio gli impulsi, essere meno reattivi e quindi più flessibili nel generare risposte comportamentali;
  • essere più empatici e più abili nella gestione delle relazioni;

Per verificare i reali progressi ottenuti al termine dell’intero percoso verrà effettuata una ricerca che prevede la somministrazione ai bambini di alcune prove cognitive (memoria, linguaggio, ecc.) da parte di psicologhe e la compilazione di un questionario da parte dei genitori. Tale attività è necessaria per confrontare i risultati dei bambini prima e dopo il percorso e per confrontare i risultati di questo gruppo con un altro gruppo di pari che funge da gruppo di controllo.

GIORNATA DELLE FAMIGLIE “…PRONTI, PRESENTI?VIA”

Giochi, canti e tanto divertimento: sono stati questi gli ingredienti della bellissima giornata passata in mezzo alla natura per le famiglie coinvolte nel progetto.

Momento2_2014DSC_2962Obiettivi della giornata

  • Offrire alle famiglie un giorno nel quale vivere momenti di divertimento condiviso
  • Introdurre il progetto “Momento x Momento = MOMENTO2” ai genitori: presentazione degli obiettivi, dell’équipe e delle fasi dell’iniziativa
  • Offrire ai genitori un momento di formazione sulla mindfulness: cosa è, presupporti teorici e scientifici, perchè può essere utile ai bambini, perchè può essere utile ai genitori e alla famiglia
  • Trasmettere ai genitori l’importanza del loro coinvolgimento: essi hanno, in generale, un ruolo fondamentale nel promuovere e nel modulare l’acquisizione di abilità nei propri figli e quindi anche nel raggiungimento degli obiettivi del progetto

Ecco alcune considerazioni di un genitore che ha partecipato all’incontro

A parte la levataccia per arrivare a Varese più o meno puntuali alle ore 9.00, la giornata è stata davvero interessante e personalmente mi ha fornito spunti di riflessione e voglia di approfondire l’argomento proposto.

La giornata è stata organizzata per spiegare a noi genitori questo nuovo progetto educativo “Momento x Momento = MOMENTO 2” che coinvolgerà la nostra quarta e che avrà come obiettivo lo sviluppo di una maggiore capacità di prestare “attenzione consapevole” a ciò che avviene momento per momento attraverso appunto la pratica della mindfulness . Non avevo mai sentito parlare di “Mindfulness” ed è stato molto interessante ricevere informazioni su questa pratica e nello specifico di come verrà proposta ai nostri bambini. Per i bambini la pratica verrà introdotta in modo quasi inconsapevole attraverso giochi ed attività creative.

La mattina è volata, grazie sia all’argomento che ho trovato molto interessante, sia al modo informale e coinvolgente in cui è stato esposta dalla Dott.ssa Paola Pesenti Gritti , dalla Dott.ssa Matilde Taddei e dal nostro Maestro Cristian Adobati.

Alla fine la sensazione che mi è rimasta è che sicuramente per mia figlia sarà un’occasione di arricchimento, di crescita e di condivisione.

Rita Avenia

Promotori

Comitato Scientifico

Psych-e è un gruppo di Psicologi e Psicoterapeuti che hanno pensato di unire le proprie professionalità sotto un unico nome al fine di offrire e promuovere un servizio di qualità che sappia rispondere alle diverse richieste dell’utenza. Psych-e propone interventi basati sull’approccio Cognitivo-Comportamentale rivolti all’adulto, all’adolescente, al bambino e alla famiglia.

Specialisti Coinvolti:

Dott.ssa Paola Pesenti Gritti, Psicologa e Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale; Dottore di ricerca in Psicopatologia dello Sviluppo

Dott.ssa Matilde Taddei, Psicologa e Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale in formazione; Dottore di ricerca in Psicopatologia dello Sviluppo

Cristian Adobati, insegnante di scuola primaria

Comitato pedagogico

L’Istituto San Giuseppe è una Scuola Cattolica fondata e diretta dai Fratelli delle Scuole Cristiane.

All’Istituto San Giuseppe funzionano i corsi della Scuola dell’Infanzia, della Scuola Primaria e della Scuola Secondaria di 1° Grado, tutti paritari, la cui organizzazione didattica è stata affidata ai Laici Lasalliani che operano seguendo la pedagogia lasalliana.

La Scuola dell’Infanzia, la Scuola Primaria e la Scuola Secondaria di 1° Grado con il Progetto Educativo Lasalliano individuano nella scuola un luogo privilegiato per la preparazione del giovane al suo ingresso nella comunità civile ed ecclesiale, prefiggendosi l’obiettivo di formare delle persone:

  • capaci di pensare, perciò informate, critiche e creative
  • libere, cioè capaci di scegliere responsabilmente
  • rispettose delle convinzioni degli altri e, pertanto, sinceramente aperte al dialogo e al confronto
  • attente alle esigenze ed ai bisogni della società, con particolare attenzione a chi vive situazioni di svantaggio, disagio o sofferenza
  • capaci di apprendere e perciò di organizzare e sviluppare in modo dinamico e coerente le conoscenze, le competenze e le capacità acquisite.

Comunicazione e Digital Manager

logo

Si ringrazia per il supporto

Play-DohmAutore: Marta Ferrari

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

2 risposte a “Giornata per le famiglie “…pronti, PRESENTI? Via!”

  1. E’ un progetto davvero interessante e diverso dai soliti che vengono proposti.
    Mi piacerebbe sapere come l’hanno “presa” i bambini.
    Complimenti!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *